prof. Nunzio Brugaletta

atapSO

EnneBi – Computer Science
AvantiIndietroInizio




Gestione dell'I/O e dispositivi

I dispositivi di I/O collegati ad un elaboratore si possono dividere genericamente in due categorie, anche se il confine fra le due categorie non Ŕ sempre netto e non tutti i dispositivi possono essere rigidamente classificati in una o nell'altra categoria:

Il modello dei dispositivi trattato permette al sistema operativo di procedere ad una astrazione che rende il gestore dell'input/output indipendente dal dispositivo. I dettagli del funzionamento del singolo dispositivo sono demandati ad un software di pi¨ basso livello: il driver del dispositivo

controller

Dal punto di vista fisico le unitÓ di I/O sono costituite da parti meccaniche ed elettroniche. La parte meccanica Ŕ il dispositivo stesso. La parte elettronica Ŕ costituita da un controllore che, spesso, assume la forma di una scheda con circuiti integrati collegata al bus di sistema. Il controller presenta un connettore dove si inserisce il cavo del dispositivo.

Nei grossi calcolatori si usano spesso bus multipli e processori specializzati, chiamati canali di input/output, per sgravare il processore centrale delle operazioni di trasferimento dati.

Alcuni controllori dei dispositivi orientati ai blocchi sono in grado di utilizzare il DMA (Direct Memory Access). In pratica la CPU fornisce al controllore il blocco da leggere e l'indirizzo di memoria a partire dal quale scrivere il blocco, il controllore legge il blocco, lo deposita in un suo buffer interno, controlla che tutto sia andato bene durante il trasferimento e che non ci siano stati errori, copia i dati dal buffer alla zona indicata della memoria e, alla fine, manda un segnale di interruzione. In questo modo il sistema si trova giÓ a disposizione i dati senza essersi occupato in maniera diretta dell'incombenza delle operazioni da effettuare.




AvantiIndietro - Inizio

http://ennebi.solira.org

ennebi@solira.org